• 12740 Grono - Mercatino San Clemente
  • 12726 Cose strane ... scusate ... scale strane!
  • 12691 Autunno
Varie
giovedì 6 ottobre 2016.
MORCOTE È IL PIÙ BEL VILLAGGIO DELLA SVIZZERA

Per la seconda volta consecutiva, una località della Svizzera italiana si è imposta nel concorso nazionale promosso da Ringier e SSR. La manifestazione, nata nel 2012, vuole far meglio conoscere al grande pubblico i tesori paesaggistici, escursionistici e culturali del nostro Paese.

La selezione era iniziata il 1° giugno; come da regolamento, chiunque poteva proporre il nome di un Comune di non oltre 3’000 abitanti. Una giuria ha successivamente selezionato 12 candidati - 3 villaggi per ogni regione linguistica - da sottoporre al voto popolare: per la Svizzera italiana Breno, Lavertezzo e Morcote.
Dal 20 luglio al 17 agosto una votazione ha designato i 4 finalisti: accanto a Morcote, St. Ursanne (Giura), Binn (Vallese germanofono) e il romancio Ardez. Dal 31 agosto al 28 settembre gli Svizzeri sono stati chiamati alla scelta del vincitore.
707 abitanti, Morcote si è brillantemente imposta grazie anche alle preferenze espresse da Svizzeri tedeschi, Romandi e Svizzeri di lingua romancia. La località sul Ceresio - con il suo Parco, il Castello, la Torre medievale del Capitano, i portici costruiti tra il XIV° e il XVI° secolo - è del resto una delle più frequentate destinazioni turistiche dell’intera Confederazione. Il villaggio sul Ceresio, così ricco di storia e tradizione, bissa il successo ottenuto nell’edizione 2015 da Soglio (Bregaglia). Questo nuovo risultato straordinario ci ricorda una cosa: viviamo in un territorio magnifico che vogliamo e dobbiamo conservare e valorizzare per proporlo a noi stessi, ai nostri connazionali e al mondo intero.

Come si legge sul sito del Comune, Morcote deriva dal latino mora, che indica un’area sassosa, e caput, che sta per testa o fine. Moraecaput significa pertanto “fine del monte o della roccia” e, descrivendo la posizione del villaggio, indica la punta della penisola. Il nome appare per la prima volta in un documento dell’anno 926.

top

“Vi sono momenti, nella Vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre.”

ORIANA FALLACI

 
Sponsors