• 11647 “Terra bruciata”
  • 11588 Segnaletica…non ancora a posto (quindi “Fuori….posto”??)
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Sport
lunedì 31 ottobre 2016.
Bocce – Moesani agli onori nel Mendrisiotto
di Antonio Cavadini

Moesani protagonisti nei tornei dello scorso fine settimana. E soprattutto moesani di ogni età, vale a dire che nello sport delle bocce l’anagrafe è universale.
Il primo torneo, serale, è stato il Campionato individuale della Regione 3. La R3 è strutturata nella Federazione Bocce Ticino (FBTi) e nella Federazione Bocce Grigioni (FBG). La gara è stata organizzata dalla Cercera di Rancate (Comune di Mendrisio) e ha interessato oltre duecento giocatori. Ebbene, nella categoria C Luigi Navoni del Bar Motto di Mesocco si è illustrato classificandosi al terzo rango e ha così ottenuto un piazzamento di prestigio essendo uno dei pochi mesolcinesi tra i molti pretendenti ticinesi.
Bello pure il quinto rango di Maurizio Polverari del Boccia Club Viamala di Thusis, altro qualificato rappresentante della FBG.

Sabato 29 la Società Bocciofila Riva San Vitale ha proposto un torneo giovanile diviso nelle tre categorie Under 12, Under 15 e Under 18/23. Nella categoria mediana, i due giovani di Mesocco Elia Parolini e Gregory Bianchi, che già si erano sfidati nella finale dei Campionati Svizzeri di San Gallo lo scorso mese di settembre, sono stati ancora tra i protagonisti. Gregory è stato battuto solamente in semifinale; Elia ha perso per un ette la finale, 10 a 12, dal medesimo giovane avversario di Cavergno (Valle Maggia). Per entrambi si è comunque trattato di un ottimo torneo che ha riservato loro grandi soddisfazioni.

Presente alle due manifestazioni il Presidente della Federazione Bocce Grigioni Sandro Bianchi.

Elia Parolini e Gregory Bianchi, rispettivamente secondo e terzo nella categoria Under 15 al torneo giovani di Riva San Vitale
Luigi Navoni, brillante protagonista del Campionato individuale della Regione 3
top

Non arrivavano in molti fino a trent’anni. | La vecchiaia era un privilegio di alberi e pietre. | L’infanzia durava quanto quella dei cuccioli di lupo. | Bisognava sbrigarsi, fare in tempo a vivere | prima che tramontasse il sole, | prima che cadesse la neve.

WISLAWA SZYMBORSKA

 
Sponsors