• 12344 Depistanti!
  • 12302 I soliti ... cani!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
Comunicati
martedì 8 novembre 2016.
Il presidente del Governo grigionese ha proceduto a un sopralluogo pre-mondiale

Tra 90 giorni prenderanno avvio a St. Moritz i mondiali di sci alpino FIS 2017. Il presidente del Governo Christian Rathgeb ha potuto convincersi già ora della bontà dell’organizzazione. In occasione del sopralluogo si è creato una propria impressione riguardo allo stato dei preparativi per i mondiali.

Quale importante partner dei mondiali di sci di St. Moritz 2017, il Governo grigionese si è fatto un’idea dei preparativi in vista del grande evento che si svolgerà in Engadina Alta. Per Christian Rathgeb, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, i punti di contatto e le connessioni in relazione alla 5a edizione dei mondiali di sci alpino organizzata a St. Moritz sono numerosi. Al centro vi è la pianificazione mirata nel settore della sicurezza. Sarà particolarmente importante la collaborazione tra forze di sicurezza e di intervento di polizia, esercito e protezione civile. Christian Rathgeb è convinto che tra questi importanti settori vi sia già una buona interazione.

Il buono stato di avanzamento dei preparativi è confermato anche dalla zona d’arrivo di Salastrains. La tribuna in tubi d’acciaio alta 16 metri è già pronta. In occasione di ogni gara in quest’area sono attesi circa 5000 tifosi; complessivamente durante due settimane si terranno undici gare mondiali. Al termine della sua visita, Christian Rathgeb ha osservato che i mondiali di sci di St. Moritz sono un esempio che dimostrerebbe l’elevata professionalità e la competenza nell’organizzazione di grandi manifestazioni sportive. St. Moritz e l’Engadina sembrano essere pronte per i mondiali di sci, ma anche per il futuro.


Il presidente del comitato organizzativo Franco Giovanoli (a sinistra) mostra al presidente del Governo Christian Rathgeb la zona d’arrivo di Salastrains

top

C’è più imbecilli tra i dotti che tra gli ignoranti: più villanie si commettono in città che in campagna: più barbarismi diconsi nelle accademie che nel mercato: più atti di barbarie si fanno in gente incivilita che in barbara.

Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

 
Sponsors