• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
domenica 13 novembre 2016.
Comunicato del Governo del 10 novembre 2016

Il Governo ha approvato un nuovo accordo di prestazioni concernente la promozione delle lingue e ha emanato nuove prescrizioni per i pescatori grigionesi.

Sostegno finanziario per la salvaguardia del trilinguismo
La Confederazione ha concesso al Cantone aiuti finanziari per la salvaguardia della lingua e cultura romancia e italiana nonché per la promozione del trilinguismo. Il Governo grigionese ha approvato un relativo accordo di prestazioni con l’Ufficio federale della cultura per il periodo 2017–2020. L’accordo prevede per tale periodo contributi federali per un importo complessivo di circa 21,2 milioni di franchi. In cambio, il Cantone deve adottare misure volte a salvaguardare e a promuovere la lingua e la cultura romancia e italiana, sostenere organizzazioni e istituzioni attive in questo settore, promuovere l’attività editoriale in lingua romancia ed erogare aiuti finanziari per la salvaguardia e la promozione della lingua romancia nei media. Inoltre, per il periodo 2017-2018 sono previsti un esame e una valutazione esterni dell’aiuto finanziario versato dall’Ufficio federale della cultura al Cantone dei Grigioni. In questo modo si intendono esaminare l’efficacia delle misure del Cantone, le prestazioni delle organizzazioni ed eventuali cambiamenti per il prossimo periodo. Questa valutazione concerne le organizzazioni linguistiche Lia Rumantscha e Pro Grigioni Italiano, l’Agentura da Novitads Rumantscha nonché le misure di salvaguardia e di promozione delle lingue adottate autonomamente dal Cantone.

Nuove prescrizioni per la pesca grigionese
Il Governo ha approvato la revisione delle prescrizioni cantonali per l’esercizio della pesca che comporta quattro adeguamenti importanti. Uno di questi riguarda il Reno alpino, molto apprezzato dai pescatori su tutta la sua lunghezza. I Cantoni dei Grigioni e di San Gallo, il Principato del Liechtenstein e il Land del Vorarlberg, attraversati da questo fiume, curano una stretta collaborazione per quanto riguarda la statistica sulle catture e il ripopolamento. Le nuove disposizioni servono ora a uniformare anche l’esercizio della pesca. Le modifiche determinanti per i Grigioni concernono in particolare la durata della stagione di pesca e la protezione della trota di lago. La stagione di pesca lungo il Reno alpino viene così prolungata di due settimane e dura fino al 30 settembre compreso. Viene inoltre introdotta una lunghezza minima di 50 centimetri per le trote di lago.
Le nuove disposizioni concernono anche la pesca nella Landquart, dove, a seguito dell’acqua perlopiù torbida in primavera, è consentita la pesca già a partire dal 1° febbraio anziché soltanto a partire dal 1° maggio. Inoltre, la revisione delle prescrizioni d’esercizio comporta una riduzione delle catture consentite in un giorno nell’Inn. Nel fiume con la pesca più intensa di tutto il Cantone non è garantito un buon numero di catture di pesci nobili. Di conseguenza, a partire dalla stagione di pesca 2017 il limite di catture giornaliere verrà ridotto dagli attuali sei a quattro pesci nobili.
La quarta disposizione importante riguarda la pesca più intensa della trota canadese nei laghi dell’Engadina Alta. Da circa dieci anni, questo piscivoro minaccia la cattura del salmerino alpino. Con la soppressione della misura ammessa alla cattura e della limitazione del numero di catture per le trote canadesi si auspica uno sviluppo positivo della pesca nei laghi dell’Engadina Alta.

top
 
Sponsors