• 10976 La Bregaglia a geografia variabile
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
giovedì 1 dicembre 2016.
Comunicato del Governo del 1° dicembre 2016

Il Governo prende posizione in merito alla revisione parziale della legge federale sulla caccia, rimanda la votazione popolare relativa all’iniziativa sulla caccia e dà il via libera alla realizzazione di un nuovo albergo a Savognin.
L’UTE di Coira dovrà diventare una scuola universitaria professionale autonoma
Il Cantone dei Grigioni chiede che la Confederazione riconosca la Scuola universitaria per la tecnica e l’economia (UTE Coira) dal punto di vista del diritto a sussidi. Ciò avviene d’intesa con l’ente responsabile della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Orientale e a condizione che l’UTE di Coira venga accreditata dall’Agenzia svizzera di accreditamento e di garanzia della qualità (aaq).
Attualmente l’UTE di Coira fa parte della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Orientale (FHO). In futuro, tuttavia, si prevede di gestire l’UTE di Coira quale scuola universitaria professionale autonoma sotto la competenza esclusiva del Cantone dei Grigioni. I Governi dei Cantoni di San Gallo e dei Grigioni sostengono il processo di ristrutturazione. Il Consiglio di scuola universitaria della FHO ha dato il suo consenso affinché l’UTE di Coira venga accreditata e il Cantone dei Grigioni possa inoltrare la domanda relativa al riconoscimento dal punto di vista del diritto a sussidi al Consiglio federale.
Per il Cantone dei Grigioni una scuola universitaria indipendente è di importanza strategica. Formazione, ricerca e servizi dell’UTE di Coira rappresentano un pilastro fondamentale per lo sviluppo economico e per il rafforzamento della piazza economica dei Grigioni. Con la sua interessante offerta formativa, i diversi progetti di ricerca e i servizi orientati alla pratica, l’UTE di Coira fornisce un importante contributo nel settore del trasferimento di conoscenze e tecnologie e contribuisce quindi al rafforzamento dell’economia grigionese. Negli scorsi anni è emerso più volte che l’integrazione dell’UTE di Coira nelle FHO frena uno sviluppo dinamico dell’UTE di Coira e quindi compromette anche gli sforzi mirati a rafforzare l’economia grigionese. La scuola e il Cantone necessitano di stabilire processi decisionali brevi ed efficienti che tengano conto della situazione particolare dei Grigioni dal punto di vista geografico e linguistico. Inoltre, la politica cantonale intende promuovere lo sviluppo dell’UTE di Coira tramite la realizzazione di un centro universitario e rafforzare la piazza universitaria dei Grigioni al fine di poter competere con successo a livello nazionale.

Presa di posizione riguardo alla legge federale sulla caccia
Il Governo prende posizione in merito alla revisione parziale della legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici (legge sulla caccia). Con la revisione parziale è stata data attuazione a una mozione del Consigliere agli Stati Engler. Di conseguenza, è previsto che in futuro gli effettivi di lupo possano essere regolati in base a presupposti ben definiti. Il Governo sostiene espressamente questa soluzione. Per il Cantone dei Grigioni con il suo effettivo di selvaggina molto elevato, la revisione parziale della legge federale sulla caccia è tuttavia di fondamentale importanza anche in linea generale.
Il Governo grigionese riconosce che in linea di principio la revisione della legge federale sulla caccia va nella giusta direzione. Tuttavia, non risolve i problemi legati all’esecuzione della legge sulla caccia.
Inoltre, per il Cantone dei Grigioni risulta problematico il previsto riconoscimento reciproco degli esami di caccia cantonali. Il Governo chiede una distinzione netta tra esame di caccia e autorizzazione di caccia. I Cantoni con brevetti devono pertanto avere la possibilità di limitare il diritto a cacciare di cacciatori sprovvisti dell’esame di caccia cantonale.
Inoltre, il Governo grigionese non è d’accordo con il fatto che gli effettivi di lupo possano essere regolati solo nel periodo tra il 3 gennaio e il 31 marzo. Esso chiede alla Confederazione di fissare il periodo tra il 1° dicembre e il 31 marzo. Le esperienze maturate finora nei Grigioni dimostrano infatti che i branchi si spostano insieme soprattutto nei mesi di dicembre e gennaio. Spesso più tardi si osserva una frammentazione in branchi di dimensioni ridotte. Pertanto il mese di dicembre si presta particolarmente bene per regolare i branchi di lupi.

Rimandata la votazione popolare relativa all’iniziativa sulla caccia
Il Governo rimanda la votazione prevista per il 21 maggio 2017 relativa all’iniziativa popolare "Per una caccia rispettosa della natura ed etica". Il 17 ottobre 2016 il Gran Consiglio ha dichiarato parzialmente nulla l’iniziativa popolare cantonale. Tuttavia, tre membri del comitato d’iniziativa nonché un’altra persona hanno presentato ricorso al Tribunale amministrativo dei Grigioni. Dato che probabilmente entro il 21 maggio 2017 non dovrebbe essere disponibile una sentenza passata in giudicato, la data di votazione diviene obsoleta. Attualmente non è possibile valutare quando il procedimento sarà portato a termine. Ciò dipende tra l’altro dall’eventuale impugnazione dinanzi al Tribunale federale della sentenza del Tribunale amministrativo. Pertanto, il Governo potrà fissare una nuova data di votazione solo dopo la conclusione definitiva del procedimento giudiziario.

Sostegno finanziario a favore dell’Arche Nova a Landquart
Il Governo approva la domanda di sovvenzionamento presentata dai Servizi psichiatrici dei Grigioni (SPGR) per l’ampliamento e la ristrutturazione dell’Arche Nova a Landquart. Il Cantone garantisce un contributo massimo pari a 1,52 milioni di franchi.
Con l’ampliamento e la ristrutturazione del centro abitativo a Landquart, gli SPGR intendono centralizzare i loro posti abitativi. Al fine di far fronte alle domande di posti provenienti dalle zone Fünf Dörfer, Maienfeld e Bassa Prettigovia, gli SPGR intendono ampliare l’Arche Nova a Landquart aggiungendo due posti abitativi protetti e quattro posti protetti in strutture diurne. Grazie alla superficie utile ampliata a Landquart, dopo la ristrutturazione sarà possibile sciogliere il gruppo abitativo Schiers e integrarlo nell’edificio del centro Arche Nova a Landquart. Attualmente l’Arche Nova gestisce quattro ubicazioni a Landquart, Untervaz, Igis e Schiers.

Via libera alla realizzazione di un nuovo albergo a Savognin
Il Governo approva la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Surses del 30 novembre 2015. In tal modo vengono creati i presupposti di pianificazione per la realizzazione di un albergo in zona "Grava" a Savognin. A tale scopo, due particelle saranno trasferite dalla zona di parcheggio a una zona alberghiera. Tuttavia, i settori della nuova zona alberghiera che si sovrappongono alla zona di pericolo presso il torrente "Schletg" non vengono approvati.

La strada per il Brambrüesch a Malix diventa più sicura
Il Governo approva il progetto d’esposizione per la correzione di un tratto lungo circa 1,6 chilometri della strada per il Brambrüesch a Malix con condizioni e autorizzazioni previste dal diritto speciale. La strada cantonale di collegamento in parte è molto stretta, la visibilità è scarsa e la strada non risponde più alle esigenze poste dal traffico odierno. Il presente progetto stradale comprende il rinnovo del manto stradale, l’allargamento continuo della strada a 4,2 metri nonché un collegamento con buona visibilità della strada per il Brambrüesch alla strada del Giulia. I costi complessivi ammontano a 8,7 milioni di franchi. Di questi, circa 500 000 franchi sono a carico del Comune di Churwalden e sono destinati alla realizzazione di un marciapiede all’interno dell’abitato di Malix.

Aumento del peso massimo ammesso sulla strada per Serneus
Il Governo ha approvato un aumento del peso massimo ammesso sulla strada per Serneus nel Comune di Klosters-Serneus. A essere interessato è un tratto della lunghezza di 114 metri nella zona del ponte sul fiume Landquart. Una volta conclusi i lavori di ampliamento, il peso massimo ammesso potrà essere aumentato dalle attuali 32 tonnellate a 40 tonnellate. Inoltre, su tale tratto viene abrogato il divieto di circolazione per autocarri con rimorchio.

top

Non è possibile o non è facile mutare col ragionamento ciò che da molto tempo si è impresso nel carattere.

Aristotele

 
Sponsors