• 10146 Bracconaggio nel triangolo retico
  • 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Politica
mercoledì 18 gennaio 2017.
Educhiamo i giovani alla cittadinanza (diritti e doveri)
di Raoul Ghisletta

I granconsiglieri PS in Commissione scolastica hanno preannunciato un rapporto di minoranza contrario all’iniziativa popolare "Educhiamo i giovani alla cittadinanza (diritti e doveri)" e favorevole ad un controprogetto ragionevole. L’opposizione del PS al testo dell’iniziativa popolare è dovuta all’imposizione kafkiana del dover abilitare il centinaio di docenti che insegnano oggi "Storia e civica" nella scuola media: l’abilitazione separata all’insegnamento della Civica sarebbe la logica conseguenza del testo conforme all’iniziativa popolare approvato oggi dalla maggioranza della Commissione scolastica. Si tratta di uno spreco di risorse inutile, tanto più che l’insegnamento della Civica avverrebbe mediamente per mezz’ora alla settimana (due ore al mese): un capriccio voluto dai promotori dell’iniziativa popolare "Educhiamo i giovani alla cittadinanza (diritti e doveri)", che esigono che la Civica sia una materia a sé stante, e contro i quali la maggioranza della Commissione scolastica non vuole andare, nonostante sia una palese assurdità.

Si arriverrebbe inoltre ad una situazione insostenibile per il docente abilitato nella sola materia Civica per la scuola media, che dovrebbe insegnare in 50 classi di scuola media, per accumulare un tempo pieno: una situazione dannosa anche per gli allievi della scuola media.

Speriamo che la Commissione scolastica si ricreda e che trovi una soluzione concordata con il DECS sviluppando un controprogetto ragionevole all’iniziativa popolare.

Cordialmente

Raoul Ghisletta, granconsigliere PS membro commissione scolastica - 079 58 00 596

top
 
Sponsors