• 10434 Soazza - Mostra del libro
  • 10430 Swingando à la carte
  • 10346 «Il fascino discreto delle vestigia»
    Dal 19 maggio al 18 giugno 2017 ...
  • 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Comunicati
mercoledì 18 gennaio 2017.
Attentato di Berlino: la traccia dell’arma in Svizzera risale a più di 20 anni fa

Nel quadro delle indagini avviate in seguito all’attentato perpetrato a Berlino il 19 dicembre 2016, l’ufficio anticrimine tedesco (Bundeskriminalamt BKA) ha inviato a fedpol una domanda di verifica concernente l’arma utilizzata dall’attentatore. Dagli accertamenti di fedpol emerge che l’arma è stata importata legalmente in Svizzera agli inizi degli anni Novanta. Si tratta dell’unica traccia dell’arma in Svizzera. L’arma non figura nei registri cantonali delle armi. Occorre precisare che all’epoca non esisteva ancora una legislazione nazionale sulle armi. fedpol non è a conoscenza del percorso successivo dell’arma. Le informazioni rilevate sono state trasmesse al BKA.

Sono ancora in corso ulteriori accertamenti in relazione all’attentato di Berlino. Il procedimento penale contro ignoti, aperto dal Ministero pubblico della Confederazione (MPC) sulla base di informazioni provenienti dall’estero, prosegue. In tale contesto sono effettuate verifiche sui dati di contatto esistenti correlati ad Anis AMRI. Finora le indagini non hanno evidenziato indizi concreti su eventuali legami dell’attentatore con persone o istituzioni in Svizzera.

Le procedure adottate da fedpol e dall’MPC sono complementari e riconducibili ai rispettivi compiti e alle diverse competenze nell’ambito della cooperazione di polizia e del perseguimento penale.

Il perseguimento penale compete all’MPC in veste di autorità della Confederazione preposta alle indagini e alla pubblica accusa. L’MPC ha quindi aperto un procedimento penale nel cui contesto sono svolte tutte le indagini che richiedono l’adozione di misure coercitive quali la verifica dei dati di contatto dell’attentatore.

Lo scambio di informazioni in materia di polizia al di fuori di un procedimento penale o di una procedura di assistenza giudiziaria pendenti compete a fedpol. Rientrano ad esempio in tale categoria gli accertamenti, svolti nel quadro della cooperazione di polizia, sugli spostamenti dell’attentatore, le attività logistiche o l’arma utilizzata.

top

Ascolta la tua donna quando ti guarda, non quando ti parla.

Gibran

 
Sponsors