• 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Politica
mercoledì 25 gennaio 2017.
Strutture sportive per tutti e non gigantismo olimpico
di Manuel Atanes

Il popolo grigionese il 12 febbraio sarà ancora una volta chiamato ad esprimersi sul tema olimpico.
Politici e rappresentanti delle associazioni economiche ripropongono, ignorando la bocciatura popolare del 2013, le Olimpiadi quale trampolino di lancio per il nostro turismo e la nostra economia.
Questi ambienti hanno la memoria corta e non tengono conto dei fatti elencati qui di seguito.
Dal 1968 il deficit delle Olimpiadi invernali ammonta mediamente al 135% del preventivo. Viste le cifre in discussione questo significa andare incontro a delle perdite miliardarie. L’economia cantonale riceverebbe una grande mazzata, mettendo in questo modo in pericolo le prestazioni in ambito sanitario, scolastico, sociale e culturale per le future generazioni.
Questi debiti non verrebbero infatti assunti dal CIO che detta le regole, ma dall’ente pubblico e cioè da tutti noi cittadini.
Questo l’hanno già capito molto bene gli Zurighesi, che con la decisone del loro Parlamento comunale hanno voltato definitivamente le spalle alle Olimpiadi grigionesi, in quanto il rischio finanziario è troppo elevato anche per loro e in questo caso stiamo parlando della città economicamente più forte e più popolosa della Svizzera.
Ma allora cosa fare per promuovere la nostra economia e lo sport? Il Cantone deve investire anche nelle zone periferiche e dotare tutte le vallate di strutture sportive. Cosa tra l’altro prevista dall’Articolo 19 della Legge sulla promozione dello sviluppo economico.
In questo modo, oltre a favorire uno sviluppo sostenibile di tutte le regioni del Cantone e non solo dei soliti centri già conosciutissimi in tutto il mondo, si contribuirebbe a permettere a tutti indistintamente di praticare delle sane attività sportive restando in valle. Sicuramente non sarebbero gli investimenti miliardari delle Olimpiadi, che fanno gola agli ambienti economici, ma per la regione Moesa e per la sua popolazione sarebbero di fondamentale importanza, pensiamo solo alla drammatica assenza di impianti sportivi regionali.
In questo senso basti ricordare il Gruppo che si sta impegnando per migliorare le infrastrutture della pista di ghiaccio di San Vittore o quanto si sta facendo per rilanciare San Bernardino sia d’estate che d’inverno. È con questi progetti sostenibili che favoriamo la nostra economia e non regalando miliardi al gigantismo olimpico.
Non sprechiamo soldi per le Olimpiadi, ma sosteniamo i nostri giovani.

Manuel Atanes, Granconsigliere San Vittore

top

Il massimo della stupidità si raggiunge non tanto ingannando gli altri ma se stessi, sapendolo.
Si può ingannare tutti una volta, qualcuno qualche volta, mai tutti per sempre.

J.F. Kennedy

 
Sponsors